200px-Yin_yang.svg

Ci sono due aspetti della Dermoriflessologia® che devi prendere in considerazione per capire cosa facciamo durante una  sessione. Per fare questo è necessario che tu capisca che “La mappa non è il territorio”. Il mondo nella sua realtà è diverso da come lo vedi. Ciò che vedi non è il mondo, ma semplicemente una sua rappresentazione. Come qualsiasi altra mappa, anche la tua mappa del mondo è unicamente una descrizione e quindi non è del tutto precisa, né vera. Cosa succederebbe se tu fossi un esploratore che parte per un viaggio verso un continente sconosciuto? Quali sarebbero le tue aspettative? Non sai a cosa andresti incontro. Avresti paura? Puoi stare tranquillamente in pace.

Ti ricordi quando eri bambino o bambina, che forte attrazione avevi per lo sconosciuto? Non c’era paura, solo libertà … inconsapevole, ma libertà.

Le paure sono sorte dopo, quando la zona di comfort ha cominciato a formarsi, i genitori hanno cominciato a dirti cosa fare e cosa non fare. Inizi a suddividere il mondo in compartimenti più o meno stagni, in ciò che è giusto e ciò che è sbagliato, in buono o cattivo, in puro ed impuro, etc.

Usiamo i cinque sensi per assimilare e capire il mondo e quindi possiamo usare gli stessi cinque sensi per capire il modo in cui pensiamo. Noi costruiamo delle immagini interne, sentiamo dei suoni, parliamo a noi stessi, proviamo sensazioni, sentiamo odori e sapori interni. Questo modo in cui rappresentiamo il mondo può essere buono o cattivo, ma è solo il nostro e dipende in grande parte da ciò che abbiamo imparato durante l’Imprinting (non sai cos’è l’Imprinting? Leggi Qui!).

Ci sono, dicevo, due aspetti della Dermoriflessologia® che devi prendere in considerazione per capire cosa facciamo in sessione: quello pratico, pragmatico, e quello metafisico. C’è il dentro e il fuori. Il sotto e il sopra. Ovviamente quello più importante è? Certo … il dentro, il sopra, quello metafisico. E di cosa parliamo in questa prima parte? Di quello pratico, bravo. Hai capito.

In questa prima parte parliamo di quello pratico non per essere noiosi, ma perché tecnicamente è necessario che tu sappia cosa avviene sul corpo fisico in modo che, quando verrai a provare una sessione di Dermoriflessologia®, sarai già “imparato” su come procedere. Chiaro?

27px-Nuvola_apps_important.svg

 Le informazioni qui riportate non sono consigli medici. Questa articolo ha solo scopo illustrativo e non sostituisce il parere di un medico.

Ok, tecnicamente la Dermoriflessologia® è una stimolazione praticata sulla pelle con una “fisiologica corrente elettrica” prodotta da una TENS.

Per cui NON PUOI FARE DERMORIFLESSOLOGIA® SE SEI PORTATORE DI PACEMAKER. E’ l’unica controindicazione.

tens-sedia

La TENS (“Acronimo” di Transcutaneous Electrical Nerve Stimulator, in italiano “stimolatore elettrico transcutaneo dei nervi) è uno strumento che produce scariche elettriche usate per stimolare i nervi attraverso la cute.

Bene, stiamo calmi. E’ proprio perché sei dotato di un cervello pensante e di senso dell’umorismo che ho scritto queste parole. Adesso si tratta di imparare ad usare entrambi per cambiare punto di vista sul mondo. E’ vero: ti attacco ad una macchina che produce corrente elettrica, ma la mia idea di aiutare le persone non è quella di fulminarti con la corrente, ma di far si che tu possa scoprire il mondo che hai dentro e la sua ricchezza. Ho pensato all’inizio di fulminarvi tutti, ma dopo un paio di tentativi, ho capito che avrei avuto seri problemi sul ricambio della clientela e sul passaparola negativo, quindi ho optato per la seconda strategia: non ti ammazzo, ti aiuto a capire chi sei.

Questi strumenti sono: la spatola, il manipolo neutro, il martelletto, il conduttore per il trattamento delle linee.

Ci sono poi gli strumenti per la Dermoriflessologia® che servono a collegare, ricevere e trasmettere informazioni sul tuo stato energetico.

spatola-manipolo

martelletto-conduttoreLa Dermoriflessologia® basa la sua azione principalmente sulla stimolazione delle “Linee del Calligaris” che necessitano una discreta spiegazione, essendo materia profonda e interessante, per cui ho scritto un apposito articolo (La parte 3 – che puoi leggere QUI). Per fartela breve, queste linee attraversano tutto il corpo e possono essere riassunte sul dorso e sul palmo della mano. Notoriamente, ma puoi anche non saperlo (per ora è ammesso), la mano destra trasmette (piacere, sono Pinco Pallo, faccio il ferroviere!) e la mano sinistra riceve (ciao Pinco Pallo, che ore sono?); per cui utilizziamo la mano destra per acquisire informazioni sul tuo stato energetico e la sinistra per trasmetterti le frequenze a cui vogliamo portare il tuo insieme corpo-anima per effettuare la stimolazione.

Siamo sempre nella parte pragmatica della sessione. La dividiamo in due: la lettura e la sessione vera e propria.

Lettura: mentre tieni nella mano sinistra il manipolo neutro, appoggiamo la spatola sulle dita e sugli spazi interdigitali. Le zone di pelle dove sentirai passare la corrente saranno quelli interessanti per svolgere la sessione perché proprio quelle zone di pelle iperestetiche (cioè sovra-eccitate) ci dicono che lì c’è qualcosa che non va nel modo in cui dovrebbe. Ci appuntiamo le linee iperestetiche in modo da avere una lettura completa sia del dorso della mano, che rappresenta lo stato psico-emozionale del soggetto, sia del palmo della mano, che rappresenta invece lo stato energetico degli organi del soggetto.

linee-manipolo

Sessione: una volta effettuata la lettura sulla mano destra mentre avevamo il manipolo neutro sulla sinistra, spostiamo il manipolo nella destra ed appiccichiamo (con il nastro di carta) il conduttore per il trattamento delle linee sulle zone scelte per il trattamento che saranno quelle opposte a quelle iperestetiche della lettura, come ti spiegherò nella terza parte dell’articolo sulla sessione. Questo avviene perché con la Dermoriflessologia® operiamo un riequilibrio quindi, idealmente, se sei una persona perennemente arrabbiata, per farti capire che sei un testone gnucco e che puoi cambiare atteggiamento ed essere più amorevole, ti appiccico il conduttore sulla linea dell’Amore e inizio il trattamento.

Capito? Sempre la linea complementare a quella che è in disequilibrio, così non affatichiamo il sistema ma, al contrario, lo aiutiamo a ritrovare il proprio naturale equilibrio. E’ geniale, non trovi?

Il trattamento dura normalmente 32 minuti per il riequilibrio e viene svolto come ti spiegavo all’inizio, in diverse dimensioni. Quella pragmatica prevede il cambio delle frequenze (A) e l’induzione al rilassamento (B), di quella metafisica parleremo nella seconda parte dell’articolo.

(A) Cambio delle frequenze: la nostra amata TENS con cui ho deciso di non nuocerti, ha un range di frequenze che va da 150 Hz a 2 Hz (Hz = Hertz). Pratichiamo indicativamente:

  • 7 minuti a 150Hz,
  • 7 minuti a 100Hz,
  • 7 minuti a 50Hz,
  • 7 minuti a 2Hz, poi
  • 1 minuto a 2Hz,
  • 1 minuto a 50Hz,
  • 1 minuto a 100Hz,
  • 1 minuto a 150Hz.

Partiamo da 150Hz e arrivando a 2Hz torniamo a 150Hz. Questo ci serve per portare il tuo insieme corpo-psiche attraverso uno stato di profondo rilassamento, a contattare le profondità della tua psiche per ricevere indicazioni, informazioni importanti per il tuo equilibrio, il tuo star bene. Poi torniamo indietro e ti ricollego al tuo corpo fisico in modo che tu possa tornare allo stato normale di veglia. In questo viaggio nelle profondità di te stesso o di te stessa, dialoghi con il tuo inconscio in uno stato di veglia cosciente e puoi comprendere luoghi interiori che normalmente non raggiungi.

E’ facile per tutti capire che questa sessione è profonda e ti permette di raggiungere davvero il tuo Sé profondo, mica pizza e fichi. Hai paura? Ti ho detto all’inizio di stare tranquillamente in pace. Siccome penso che tu sia una persona intelligente, altrimenti non saresti arrivato fin qui, ti ho spiegato tutto questo polpettone di roba. Se non ti fidi, leggi le testimonianze  di chi ha già provato. LEGGI QUI.

(B) Induzione al rilassamento: Attraverso le mie parole ti faciliterò il rilassamento. Ti guiderò verso le aree del tuo corpo dove si annidano le maggiori tensioni, ti affiancherò e suggerirò come scioglierle, per far si che tu possa lasciarle andare ed aprire al meglio la percezione per collegarti al tuo Sé. Attraverso il rilassamento infatti, apriamo la porta per la psiche. Scendiamo nel profondo e ne riemergeremo portando con noi un tesoro nascosto, una maggiore consapevolezza di noi stessi. Il corpo, la pelle e la psiche sono intimamente collegati, è necessario che tu conosca questa informazione.

triplice corrispondenzPELLE = SENTIMENTI = ORGANI FISICI sono intimamente collegati e si influenzano vicendevolmente. Ma questa è un’altra storia. Della triplice corrispondenza pelle-corpo-psiche, te ne parlo in un altro articolo (che puoi leggere QUI).

Al termine di una sessione di Dermoriflessologia®, applico sulla pelle, in corrispondenza delle linee trattate, una spirale di rame del diametro di circa 1cm. e la fermo con un cerotto.  Questa spirale va tenuta in loco per tre giorni e tre notti. La sessione di Dermoriflessologia® innesca una sorta di onda che porterà effetti positivi sull’insieme di corpo-psiche. Posizionare la spirale di rame ne prosegue l’effetto, inoltre la spirale come forma, convoglia l’energia verso il centro e stimola ulteriormente la pelle e quindi l’inconscio (della funzione della spirale parlo in un articolo che puoi leggere QUI). Gli effetti della sessione si esprimono anche attraverso i sogni. Il sogno è un mezzo di espressione e con la Dermoriflessologia® ne polarizziamo i contenuti, ovvero chiediamo al nostro inconscio di darci risposte, informazioni di parlarci di questa tematica. L’inconscio ci comunica coi sogni frammenti di verità sepolte (cit.). Ne parliamo in un altro articolo che trovi QUI.

spirali

Ok, ti ho spiegato tutto quello che ti serve sapere a livello pratico per ricevere una sessione di Dermoriflessologia® in piena consapevolezza … ora ti manca l’informazione del dentro, del profondo. Cosa accade durante una sessione di Dermoriflessologia®?

Te lo spiego nel prossimo articolo. LEGGI QUI. Ma prima, se hai piacere, lascia un tuo commento, qui sotto!

419 818719 914481